ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gran Bretagna. Si suicida il culturista killer

Lettura in corso:

Gran Bretagna. Si suicida il culturista killer

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è sparato dopo aver trattato per 6 ore con la polizia ed è poi morto in ospedale. Si è conclusa così la vicenda di quello che la stampa britannica ha definito il culturista killer. Raul Moat era scappato dopo aver ucciso il nuovo compagno della sua ex fidanzata e ferito gravemente quest’ultima e un poliziotto. Gli agenti lo hanno braccato per una settimana:

“Il sospetto si è sparato – ha detto Sue Sim, capo della polizia del Northumbria – Non risulta che i poliziotti abbiano esploso colpi d’arma da fuoco. Hanno invece cercato di convincerlo ad arrendersi pacificamente. Nel corso dell’operazione sono state usate solo le pistole elettriche”.

Moat aveva 37 anni. La polizia lo ha individuato in riva a un fiume, vicino alla località di Rothbury, nell’Inghilterra nord-orientale.

In una lettera inviata a un giornale durante la sua fuga Moat aveva detto di avercela a morte con le forze dell’ordine perché era convinto che la sua ragazza lo avesse lasciato per un poliziotto. Aveva giurato di uccidere ogni uomo in divisa che avesse incontrato.