ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

USA: nuovi scontri ad Oakland

Lettura in corso:

USA: nuovi scontri ad Oakland

Dimensioni di testo Aa Aa

Tensione a Oakland, vicino a San Francisco dopo il verdetto di una giuria del tribunale per l’uccisione nel 2009 di un ventiduenne da parte di un poliziotto.

I giurati hanno giudicato colpevole l’agente di omicidio preterintenzionale, pena che prevede dai 2 ai 4 anni di carcere.

L’uomo ha ucciso con una pallottola alla schiena il giovane Oscar Grant, in una stazione della metro, dopo averlo già immobilizzato a terra con le manette.

La madre del ragazzo ha parlato di ingiustizia:

“Mio figlio è stato ucciso! E’ stato ucciso e la legge non ha condannato il poliziotto in base alle responsabiltà che avrebbe dovuto attribuirgli”.

“Quanto vale la vita di un nero negli Stati Uniti? – ha dichiarato il reverendo Keith Mohammed – La nostra società sostiene di proteggere i deboli e i poveri, ma non difende mai la vita della popolazione nera povera in America”.

Dopo il verdetto della giuria è esplosa la rabbia in alcuni quartieri di Oakland. Molti negozi sono stati saccheggiati e incendiati.

La sentenza definitiva è attesa per il 6 agosto.