ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scambio di Spie tra USA e Russia

Lettura in corso:

Scambio di Spie tra USA e Russia

Dimensioni di testo Aa Aa

Scambio avvenuto, in pieno stile guerra fredda.
Le dieci spie russe hanno lasciato il tribunale di Manhattan. Si sono tutti dichiarati colpevoli e sono stati espulsi dagli Stati Uniti.

Mentre il loro volo per Mosca partiva dall’aeroporto La Guardia di New York, il Cremlino annunciava ufficialmente la grazia per i 4 informatori che invece collaboravano con i servizi segreti occidentali.

Con questo scambio di prigionieri si chiude la delicata vicenda iniziata a giugno con l’arresto di Anna Chapman e altri 9 agenti, che vivevano negli Stati Uniti da infiltrati, sotto falsa identità.

Anche i 4 russi graziati a Mosca si sono dichiarati colpevoli.

Tra loro lo scienziato Igor Sutyagin, condannato a 15 anni di prigione per avere rivelato alla Cia importanti segreti sulle armi nucleari.

L’uomo sarebbe secondo alcune fonti già a Vienna.

Pratica in uso durante la guerra fredda, lo scambio di spie permette a Washington e Mosca di evitare nuovi strappi dopo la crisi diplomatica scoppiata nel 2008 con la guerra in Georgia.

Rimane tuttora a piede libero però l’undicesima spia, nota con il nome di Christopher Metsos.

Arrestato a Cipro, l’uomo ha pagato la cauzione, ed è sparito. Viaggiava con passaporto canadese ed era accusato di essere il cassiere delle finanze del gruppo di spie russe.