ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Giappone, due anni di carcere al militante ecologista Bethune

Lettura in corso:

Giappone, due anni di carcere al militante ecologista Bethune

Dimensioni di testo Aa Aa

Un tribunale giapponese ha condannato a due anni di carcere, con la pena sospesa per cinque anni, il militante ecologista neozelandese Peter Bethune. L’uomo è stato giudicato colpevole di aver ostacolato le attività della flotta baleniera nipponica nell’Oceano Antartico.

Contro Bethune un folto gruppo di persone hanno manifestato davanti al Tribunale distrettuale di Tokyo, in concomitanza col processo.

La caccia alle balene in Giappone da tempo costituisce oggetto di aspre polemiche. Agli ecologisti preoccupati per il rischio di estinsione dei grandi cetacei, si oppongono i lobbisti dell’industria baleniera. Nonostante la moratoria vigente dall’82, il Giappone ha ucciso oltre 6.000 capi.