ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Moratinos a Cuba per favorire la liberazione dei detenuti politici

Lettura in corso:

Moratinos a Cuba per favorire la liberazione dei detenuti politici

Dimensioni di testo Aa Aa

Incoraggiare il processo di liberazione dei prigionieri politici. È la missione del ministro degli Esteri spagnolo Miguel Angel Moratinos arrivato ieri a Cuba. Tra oggi e domani incontrerà sia l’omologo cubano Brunos Rodriguez sia il cardinale Jaime Ortega, arcivescovo dell’Avana, nel tentativo di rafforzare il dialogo avviato a maggio sulla questione tra la Chiesa cattolica cubana e il governo di Raul Castro.

Moratinos è sull’isola nel momento in cui le condizioni di salute del dissidente Guillermo Fariñas sono considerate critiche. In sciopero della fame da febbraio per chiedere il rilascio dei detenuti politici malati, rischia la vita.

Ha iniziato il digiuno all’indomani della morte del dissidente Orlando Zapata, deceduto per lo stesso motivo. Morte che aveva sollevato numerose proteste nel mondo.

Secondo un gruppo di difesa dei diritti umani dell’Avana, i prigionieri politici a Cuba sarebbero 167. Su richiesta di Madrid, l’Unione Europea ha accettato di rinviare a settembre l’esame della “posizione comune” su Cuba, per favorire il dialogo in corso tra L’Avana e la Chiesa.