ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Caso Bettencourt, Sarkozy respinge le accuse: "Solo fango e calunnie"

Lettura in corso:

Caso Bettencourt, Sarkozy respinge le accuse: "Solo fango e calunnie"

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo scandalo Bettencourt trascina nella bufera anche il presidente francese Nicholas Sarkozy. Un contabile della ricca ereditiera ha rivelato un contributo di 150.000 euro per la campagna elettorale del 2007, che sarebbe stato incassato dal ministro Eric Woerth, all’epoca tesoriere.

Le accuse sono state smentite da Sarkozy, e dallo stesso Woerth.

“Mi piacerebbe che il paese si appassionasse a discutere dei grandi temi, piuttosto che attaccarsi al primo orrore o alla prima calunnia, che ha per solo scopo quello di infangare, senza riguardo alla realtà dei fatti”, ha detto il presidente.

“Chiunque può parlare di tangenti a favore di chiunque altro. Si potrebbe dire che lei stesso ha ricevuto una tangente, ma dove sono le prove? E’ pazzesco. Possiamo credere a tutte le voci che vogliamo. Ma io non ho mai preso, a livello politico, un solo euro che non fosse legale”, ha aggiunto Woerth.

La vicenca che coinvolge il presidente della Repubblica nasce dalle indagini su Lilianne Bettencourt, ricca ereditiera sospettata di frodi fiscali, erede dell’impero dei cosmetici L’Orèal, e alla testa del terzo patrimonio privato francese.