ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il tesoro di Vollard all'asta a Parigi

Lettura in corso:

Il tesoro di Vollard all'asta a Parigi

Dimensioni di testo Aa Aa

Il tesoro dimenticato degli Impressionisti battuto all’asta a Parigi. Le 140 opere appartenenti al fondo di Ambroise Vollard avevano segnato la storia dell’arte del Novecento facendo emergere, nel 1979, tele date per disperse da decenni e dimenticate invece in una cassa forte della Société Générale dove erano state depositate dal mercante d’arte di Picasso e Van Gogh tra gli altri. Ora fanno incassi record all’asta Sotheby’s di Parigi. Un esperto, Samuel Vallette, racconta la storia di un ritratto di Zola:

“La maggior parte dei ritratti di Zola dipinti da Cezanne sono stati distrutti” dice. “Cezanne li distruggeva perché non li riteneva buoni. Ne ha salvati solo alcuni e questo è uno di quelli, dunque è un pezzo rarissimo”.

Nel 1939, quando Vollard morì in un incidente d’auto, Erich Slomovic, sua assistente, depositò i quadri in banca. Nel 1942 Slomovic morì in un campo di concentramento nazista. Le opere non sono state reclamate dai rispettivi eredi per decenni. L’asta arriva dopo 30 anni di battaglie legali tra le due famiglie.