ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli effetti dei cambiamenti climatici sulla pesca

Lettura in corso:

Gli effetti dei cambiamenti climatici sulla pesca

Dimensioni di testo Aa Aa

Jerry Percy è un pescatore con un lunga esperienza in mare. Ne ha parlato con Euronews:

Non mi occupo di cose scientifiche, ma so che negli ultimi venti anni in cui ho pescato qui sulla costa occidentale una serie di specie animali hanno cambiato le loro abitudini. Per quanto posso capirne io, da profano, credo che l’unica causa logica sia l’aumento delle temperature.

Vent’anni fa non avreste potuto vedere neppure una granceola nelle acque del Galles, o lungo la costa occidentale del Regno Unito. Erano specie tipiche della Spagna, del Mediterraneo. Non hanno un valore di mercato.. Ne esistono decine di migliaia…

Credo che la granceola sia il miglior esempio degli effetti vantaggiosi dei potenziali cambiamenti climatici perché ci offre nuove specie in quantità abbastanza significative.

Nel breve periodo è davvero una buona cosa per i pescatori. In questo modo abbiamo specie alternative per soddisfare la domanda. Nel lungo periodo non sappiamo cosa accadrà. Perché se continuano a migrare in direzione nord in un futuro abbastanza vicino andranno più lontano.

Credo che la specie, tra quelle che eravamo abituati a pescare, che ha cambiato maggioramente la sua stagionalità sia la spigola. La spigola qui è stata sempre un pesce dell’estate. Lo si pescava a partire da fine maggio fino ad agosto, poi spariva verso posti più caldi. Oggi è un pesce di tutto l’anno. Lo si può trovare qui nell’estuario in pieno inverno.

Si pescava con lunghi cavi da una piccola imbarcazione per squali al largo del porto di Milford. E solo pochi anni fa non si vedevano balene assassine. Ora in un anno ne puoi vedere una mezza dozzina. Sono creature enormi. La differenza con i pesci normali è che quando le balene passano accanto ti lanciano uno sguardo. Forse si chiedono se sei un buon spuntino.

Credo che la giornata di oggi sia un buon esempio. Quando parli ai pescatori di Milford che hanno pescato qui per 20, 30 o 40 anni, non si sbagliano affatto quando dicono che il tempo è diventato più ventoso. L’incidenza dei forti venti sta diventando sempre più abituale. Alcuni pescatori sostengono che anche le onde stiano diventando più forti. Forse è legato al vento, ma il vento ha un effetto sulle onde? Non so, ma sicuramente ci sono dei cambiamenti climatici in corso.

Sono un profano, non sono un fanatico dei cambiamenti climatici. Non ne so abbastanza. Tutto quello che posso dire per aver lavorato nell’industria della pesca negli ultimi decenni è che ci sono dei continui cambiamenti, e questi sono molto evidenti e significativi.