ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia scettica sulla nuova democrazia kyrgyza

Lettura in corso:

Russia scettica sulla nuova democrazia kyrgyza

Dimensioni di testo Aa Aa

I risultati ufficiali danno una vittoria schiacciante del si’ alla modifica costituzionale che renderà il kyrgyzstan la prima democrazia parlamentare dell’asia centrale. Ma se la presidente ad interim, Rosa Otunbaieva, mostra la sua soddisfazione, a livello internazionale si registra lo scetticismo russo.

“Davvero non capisco che tipo di repubblica parlamentare possa davvero nascere in un Paese come il Kyrkyzstan. Non sarà solo uno strumento in mano a coloro che hanno una visione estremistica del potere? Questo mi preoccupa” ha affermato dal Canada il presidente Dmitry Medvedev.

L’Osce ha dato il suo placet al referendum votato domenica, altri osservatori internazionali chiedono miglioramenti in vista delle elezioni di ottobre. Il Kyrgyzistan, teatro di molte violenze che hanno causato centinaia di vittime in scontri con uzbeki nel sud del Paese, vogliono solo tornare alla normalità:

“Vedremo se dopo il referendum il clima si calmerà o meno. Noi speriamo davvero che succeda, per poter tornare tranquillamente a occuparci delle faccende che ci riguardano” il parere di un kyrgyzo intervistato.

Dagli Usa arriva l’auspicio che il referendum rappresenti un reale passo verso una stabile democrazia.