ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Torna a casa Abby. Lieto fine per la baby-velista naufragata

Lettura in corso:

Torna a casa Abby. Lieto fine per la baby-velista naufragata

Dimensioni di testo Aa Aa

Naufragato il giro del mondo in solitaria, Abby Sunderland ha comunque toccato terra. Due settimane dopo il suo salvataggio, la baby-velista americana è arrivata sull’isola della Reunion, non lontano dal Madascar. Sedici anni, seconda di sette figli, cresciuta in una famiglia di appassionati del mare, durante il trasferimento aveva già riabbracciato il fratello Zac, di un anno più grande: anche lui velista e già più giovane a riuscire nella traversata del mondo in solitaria.
“Gli ultimi mesi sono stati i mesi più belli della mia vita – racconta -. Ho goduto praticamente di ogni minuto in acqua e sono profondamente delusa che le cose non siano andate come previsto. Ma si trattava di un’avventura e quando ci si imbarca in un’avventura, un margine di rischio c‘è sempre. E’ finito un viaggio, ma non certo il mio sogno”.
Salpata a fine gennaio dalla California con il suo “Wild Eyes”, il 10 giugno Abbey era naufragata nelle acque dell’Oceano Indiano.
Ora farà rotta verso la sua famiglia a Wild Oaks, in California. Ma in compagnia, e per fortuna in aereo.