ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Afghanistan: via McChrystal, arriva Petraeus ma linea non cambia

Lettura in corso:

Afghanistan: via McChrystal, arriva Petraeus ma linea non cambia

Dimensioni di testo Aa Aa

Una scelta obbligata. Barack Obama ha rimosso il generale Stanley McChrystal dal ruolo di comandante delle operazioni militari in Afghanistan. Gli subentra David Petraeus. Ma il Presidente assicura: la linea non cambia. Obama motiva la sua decisione definendo inaccettabile il comportamento di un militare che dimostra disprezzo per alti rappresentanti delle gerarchie civili.

“Per quanto difficile sia perdere il generale McChrystal” ha detto Obama “sono convinto che sia la decisione giusta per la sicurezza nazionale. La condotta messa in evidenza nella recente intervista non corrisponde agli standar che un comandante dovrebbe rispettare”.

A sollevare il polverone le dichiarazioni rilasciate dal generale alla rivista ‘Rolling Stone’. Nell’articolo – in uscita venerdì – McChrystal spara a zero sui vertici dell’amministrazione definendo impreparato il Presidente.

“Anche se non sarà più il Comandante” ha commentato in un video messaggio il Segretario Generale della Nato Anders Fogh Rassmussen “l’approccio che ha messo in atto è quello giusto. E’ una strategia che continua ad avere l’appoggio della Nato e le nostre truppe continueranno a seguirlo”.

L’uscita di scena di Stanley McChrystel, rimasto alla guida dell’Isaf per un anno, apre la strada al generale David Petraeus, già responsabile delle operazioni in Iraq.