ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Minsk minaccia stop transito gas se Gazprom non pagherà relativo debito

Lettura in corso:

Minsk minaccia stop transito gas se Gazprom non pagherà relativo debito

Dimensioni di testo Aa Aa

Minsk riferisce di aver saldato il suo debito con Gazprom e ora minaccia la chiusura del gasdotto se quest’ultima società non pagherà a sua volta il debito che deve alla Bielorussia per il transito di idrocarburi. Un debito di 260 milioni di dollari da pagare entro le 9 di domattina (ora centrale europea).

Gazprom, dal canto suo, ha affermato di non poter confermare per il momento il pagamento del debito dovuto da Minsk. Giunta al suo terzo giorno, la guerra tra i due Paesi si fa ancora più serrata. La società ha tagliato di un altro 30 per cento le forniture: coi tagli degli scorsi giorni Minsk riceve complessivamente il 60 per cento in meno del solito.

Il presidente bielorusso Lukashenko già ieri aveva reagito con asprezza alle pressioni di Mosca, facendo presente il debito di Gazprom e minacciando di chiudere il transito al gas destinato all’Europa.

Bruxelles sta seguendo con attenzione gli sviluppi dello scontro, alla cui base c‘è una disputa sul prezzo. “L’Unione Europea segue la situazione” ha affermato il presidente del Parlamento europeo Jerzy Buzek. “Noi richiediamo certezza delle forniture e auspichiamo che i flussi non vengano ridotti. Russia e Bielorussia devono aprire un dialogo costruttivo”.

Tra i paesi che potrebbero risentire dei tagli, vi sono la Lituania, la Polonia e, in maniera indiretta, anche la Germania.