ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Aumenta percezione povertà tra cittadini UE


Redazione di Bruxelles

Aumenta percezione povertà tra cittadini UE

Tre quarti dei cittadini europei credono che il loro paese sia diventato più povero in conseguenza della crisi economica: una percezione che aumenta nei paesi dove sono state annunciate misure di austerità, come Grecia e Italia. E’ quanto rivela l’ultima indagine di Eurobarometro sull’impatto sociale della crisi.

In cima alle paure degli europei, quella di non riuscire a pagare le rate del mutuo e le bollette.

La percezione di maggiore povertà è diffusa tra l’85% dei greci, l’83% dei francesi, l’82% dei bulgari, il 77% dei romeni e il 74% dei cittadini italiani.

Spaventa lo spettro della disoccupazione: il 18% degli europei in possesso di un impiego dubita di averlo ancora tra un anno.

E oltre che per il posto di lavoro, in Italia è assai diffusa la preoccupazione che in futuro le pensioni non basteranno a garantire una vita dignitosa.

Infine, tre cittadini europei su dieci accusano difficoltà crescenti a sostenere le spese per la salute, per l’assistenza agli anziani e la cura dei figli.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

Redazione di Bruxelles

La Polonia si prepara ad andare al secondo turno il 4 luglio per elegere presidente