ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: nel "caso Anelka" interviene il Ministro

Lettura in corso:

Francia: nel "caso Anelka" interviene il Ministro

Dimensioni di testo Aa Aa

Sguardo basso – ma non troppo – e silenzio, Nicolas Anelka è arrivato stamattina a Londra, dopo l’esclusione dalla nazionale francese impegnata, probabilmente ancora per poco, ai mondiali in Sudafrica. Una crisi, quella della nazionale francese, che era chiara da tempo e che è drammaticamente esplosa con gli insulti di Anelka all’allenatore, Raymond Domenech. Da allora una sorpresa al giorno: ieri si è assistito a una prima mondiale, il rifiuto di allenarsi. Il preparatore atletico è andato su tutte le furie, ma non c‘è stato nulla da fare: giocatori irremovibili nella loro protesta, niente allenamento.

Tutto questo succedeva a due giorni dalla partita cruciale, contro il Sudafrica: la Francia in teoria può ancora qualificarsi, in caso di larga vittoria e se Messico e Uruguay non pareggiano. Nel tentativo di rassenerare il clima, oggi interviene persino Roselyn Bachelot, ministro dello sport, che incontra i dirigenti federali, l’allenatore Domenech e il capitano Evra. Nel frattempo il dirigente delegato della Federcalcio francese, Jean-Luis Valentin, si è dimesso sul campo.