ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I parchi per i fan della FIFA, tra divertimento e business

Lettura in corso:

I parchi per i fan della FIFA, tra divertimento e business

Dimensioni di testo Aa Aa

Bambini che giocano a pallone, uno schermo gigante, animazioni di ogni tipo. Ecco una domenica di Coppa del Mondo a Johannesburg, ecco uno dei parchi per i fan del Mondiale, organizzati dalla FIFA. In Sudafrica ce ne sono 10, nel resto del mondo 6. Permettono ai tifosi che non sono riusciti ad accaparrarsi i biglietti per lo stadio, di seguire, gratis, le partite. I primi dati mostrano una buona affluenza, sorpattutto per i match dei Bafana Bafana. La sfida di apertura ha riunito 300.000 persone davanti ai diversi schermi. Il parco più grande, quello di Johannesburg. “L’obiettivo era quello di mettere a disposizione un luogo sicuro – dice il responsabile del parco Glyn Broomberg – , con attività diverse, in grado di unire le persone per godersi la festa, il calcio, un luogo dove divertirsi”.

Dietro le buone intenzioni della FIFA, tuttavia, si nasconde la facciata del business. Nei Fan Park si vendono solo prodotti ufficiali. Una vetrina ghiotta per gli sponsor della coppa del mondo: il controllo su quanto viene venduto all’interno del parco è totale, a partire dalla ristorazione. Chi entra si deve scordare di portarsi un pranzo al sacco. “E non c‘è solo questo – dice però il nostro inviato Sébastien Vaugnat. Nel Fan Park fa freddo. Qui è inverno. In molte città le temperature, di notte, si avvicinano a 0 gradi. In queste condizioni diventa impossibile seguire una partita per quasi due ore”.