ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Giustiziato per fucilazione un condannato a morte nello Utah


USA

Giustiziato per fucilazione un condannato a morte nello Utah

È stato giustiziato con quattro proiettili. Ronnie Lee Gardner è morto nella prigione statale di Draper, alle porte di Salt Lake City, nello Utah, dopo avere trascorso 25 anni in carcere. 49 anni, l’uomo era stato condannato alla pena capitale nel 1985 per duplice omicidio.

“Abbiamo avuto una grande responsabilità, soprattutto perché facciamo parte del Dipartimento Correzionale – dice Tom Patterson, responsabile del Dipartimento Correzionale dello Stato americano -. Il nostro compito dovrebbe essere quello di aiutare le persone a correggere certi comportamenti. Abbiamo comunque cercato di prendere una decisione in modo professionale”.

Lunedì i giudici avevano respinto l’ultima domanda di clemenza inoltrata dai legali dell’uomo. Gardner è il primo condannato a morte, dal 1986, ad avere scelto la fucilazione negli Stati Uniti, il terzo ucciso da un plotone d’esecuzione dal 1976.

Lo stato dello Utah ha abolito tale pratica 6 anni fa, ma le persone condannate in precedenza mantengono il diritto di sceglire tra questo e l’iniezione letale. Poco prima dell’esecuzione, decine di persone si sono riunite davanti al tribunale di Salt Lake City per manifestare contro l’esecuzione.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Uomo giustiziato mediante fucilazione nello Utah