ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Affondata dalla marea nera. Standard & Poor declassa BP

Lettura in corso:

Affondata dalla marea nera. Standard & Poor declassa BP

Dimensioni di testo Aa Aa

Tanto fumo e niente arrosto. L’intervento al Congresso americano del numero uno di BP Tony Hayward continua ad alimentare perplessità e polemiche.

Parole, che invece di tamponare l’allarme marea nera, hanno ulteriormente incrinato la credibilità della compagnia petrolifera, inducendo Standard & Poor a decretarne un declassamento. Il perché è nelle scarse garanzie, che gli ha ieri rimproverato anche la Commissione Energia e Commercio.

“Mr. Hayward – l’accusa del democratico Eliot Engel -, i suoi avvocati le avranno anche suggerito di dimostrarsi prudente. Ma è un insulto nei suoi stessi confronti, presentarsi a questa Commissione, ripetendo le stesse cose, negando le responsabilità, eludendo le risposte e insistendo sul fatto che si debba soltanto attendere l’esito dell’inchiesta”.

Rimproveri condivisi anche da migliaia di cittadini della Louisiana, che speravano invece di ottenere rassicurazioni su un pronto ritorno alla normalità.

“Non ha risposto ad alcuna domanda – dice una di loro -. Si è limitato a girarci intorno come ha potuto. Nessuno credo abbia ottenuto le risposte che si aspettava”.

Con l’insofferenza, monta intanto anche la stima dei costi della marea nera. Soltanto in Louisiana, il danno economico e ambientale avrebbe ormai raggiunto i 100 miliardi di dollari.