ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marea nera. Bp sotto esame al congresso Usa

Lettura in corso:

Marea nera. Bp sotto esame al congresso Usa

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la strigliata di Obama, la rabbia del Congresso. L’amministratore delegato di BP Tony Hayward oggi sarà ascoltato dai parlamentari statunitensi ai quali dovrà spiegare cosa ha provocato il peggior disastro ecologico della storia americana.

Ieri il presidente Obama ha ottenuto dai vertici di BP, guidati da Carl Henric Svanberg, l’impegno a finanziare un fondo da 20 miliardi di euro per risarcire le popolazioni colpite dalla marea nera. Il presidente della società britannica ha presentato le proprie scuse per la catastrofe e per aver definito “gente di poco conto” gli abitanti del Golfo del Messico.

“E’ spazzatura. Non è umano per noi cittadini”, commenta un residente di Chalmette in Louisiana.

“Credo che dovrebbero prenderci sul serio. Siamo persone come tutti gli altri!”, dice un altro abitante.

All’esame del Congresso c‘è anche l’inchiesta governativa condotta dalla guardia costiera, e che l’ispettrice generale che indaga sulla fuoriuscita di petrolio Mary Kendall ha già definito “timida”.

A 59 giorni dall’esplosione della piattaforma Deepwater Horizon, BP ha avviato un secondo sistema di cattura del greggio, pompato dal pozzo verso un’imbarcazione speciale e bruciato con un mix di aria compressa e infiammante.