ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kirghizstan, per l'Onu "catastrofe umanitaria"

Lettura in corso:

Kirghizstan, per l'Onu "catastrofe umanitaria"

Dimensioni di testo Aa Aa

In piena crisi in Kirghizstan, l’Onu lancia l’allarme: quella in vista nell’ex Repubblica sovietica è una catastrofe umanitaria. Intanto la distribuzione degli aiuti comincia lentamente ad alleviare le condizioni estreme in cui versano decine di migliaia di persone.

In tutta la provincia di Osh, seconda città del Paese, quella dove si concentra la minoranza uzbeka e dove sono scoppiate le violenze interetniche, la situazione è esplosiva.

L’Uzbekistan ha accolto fino ad ora circa 100.000 rifugiati. Ma ormai lascia passare solo le persone ferite. E’ proprio in Uzbekistan che le Nazioni Unite inviano gli aiuti, mentre la Russia aveva già avviato nei giorni scorsi un corridorio umanitario con voli che attarrano direttamente a Bishkek, la capitale kirghiza.

Secondo l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (Unhcr) sarebbero circa 275.000 le persone costrette a fuggire a seguito delle violenze interetniche.