ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sudafrica. Mondiali con protesta

Lettura in corso:

Sudafrica. Mondiali con protesta

Dimensioni di testo Aa Aa

Risvolto sociale per i Mondiali in Sudafrica. A Durban, almeno 3mila persone hanno manifestato contro le spese fatte dal governo per ospitare il circo del calcio. Per i dimostranti è scandaloso che Pretoria abbia stanziato l’equivalente di 3 miliardi e mezzo di euro per nuove infrastrutture, in un paese in cui 4 abitanti su 10 vivono con meno di 1 euro al giorno.

“La coppa del mondo deve coprire tutti i suoi costi – dice un manifestante – Abbiamo capito che la FIFA intascherà un profitto di 25 miliardi di rand, più di 2 miliardi e mezzo di euro, solo con i diritti televisivi. A noi resterà troppo poco”.

Nella protesta si inseriscono anche le rivendicazioni salariali del personale della sicurezza negli stadi di Durban e Johannesburg, cacciati dopo che avevano scioperato per chiedere un aumento. Adesso in 4 degli stadi del mondiale sono i poliziotti ad occuparsi della sicurezza agli ingressi e sugli spalti.

Il governo tenta di contenere un malcontento che però rischia di perturbare lo svolgimento della competizione. Un’iniezione di realtà in uno degli eventi sportivo-mediatici mondiali che più ha vocazione a farla temporaneamente dimenticare.