ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gaza verso l'alleggerimento dell'embargo

Lettura in corso:

Gaza verso l'alleggerimento dell'embargo

Dimensioni di testo Aa Aa

La pressione esercitata dalla comunità internazionale su Israele dopo l’attacco del 31 maggio alla flottiglia che trasportava aiuti umanitari a Gaza, comincia a fare effetto. Il governo Netanyahu sta valutando la possibilità di alleggerire l’embargo sulla Striscia; e l’Unione europea si è detta pronta a favorire l’iniziativa.
“Innanzitutto – dice il ministro degli esteri europeo Catherine Ashton – è necessario aprire i passaggi in modo che aiuti umanitari, merci e passeggeri possano entrare e uscire da Gaza. Dovrà poi essere compilata una lista di prodotti proibiti che rappresentano un pericolo per Israele. Noi siamo pronti a sostenere l’apertura di altri passaggi terrestri per beni e persone, ricalibrando la nostra missione o avviandone una nuova”.
A Strasburgo, l’organizzazione umanitaria turca IHH che aveva organizzato il convoglio attaccato dagli israeliani, ha annunciato che in luglio partirà una nuova flottiglia.
“Alla fine l’embargo dovrà essere tolto e Israele dovrà chiedere scusa” dice il deputato Lutfi Elvan.
Il blocco di Gaza è stato imposto nel giugno 2006 quando un commando palestinese sequestro’ un soldato israeliano, tuttora prigioniero; e fu inasprito successivamente, quando nella Striscia s’impose il controllo di Hamas.