ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: al via la riforma delle pensioni

Lettura in corso:

Francia: al via la riforma delle pensioni

Dimensioni di testo Aa Aa

I francesi dovranno lavorare due anni in più prima di andare in pensione e le persone a reddito alto dovranno pagare più contributi. Sono i punti principali del piano di riforma presentato da Parigi per risollevare il welfare francese. In base alla riforma, che incontra una decisa resistenza da parte dei sindacati, l’età minima per andare in pensione aumenterà gradualmente dagli attuali 60 anni per arrivare a 62 nel 2018”. Di conseguenza il numero di anni di versamenti pensionistici supera la soglia dei 41anni .

Una riforma studiata in ogni dettaglio dal presidente Sarkozy e spiegata dal ministro del lavoro Eric Woerth.

“Negli anni Ottanta le speranza di vita per gli uomini a 60 annni era di oltre 17 anni, per le donne invece avevano davanti a loro ancora 22 anni di vita. Nel 2009 a 62 anni gli uomini possono vivere ancora altri 20 anni e le donne almeno altri 25 anni”

Come dire che visto che la durata media é in aumento tanto vale lavorare di piu’ per ottenere una pensione degna del nome.

Un’ipotesi rispedita al mittente dai socialisti

“Il nuovo sistema, dice Francois Hollande, chiede uno sforzo a chi ha iniziato la propria vita professionale molto giovane, a chi fa mestieri molto duri e a chi ha una carriera molto lunga”

Una riforma che suscita numerose reazioni, senza dimenticare che chi é iscritto ad un regime specilae come il caso dei ferrovieri, vedranno i cambiamenti del proprio sistema solo a partire dal 2017.

“Non credo sia una buona riforma, dice questo signore, perché i giovani sono lavoro e piu’ anziani devono lavorare di piu

“Con la crisi, ribate quest’altro, il solo desiderio é di smettere di lavorare”

Intanto il 24 giugno i sindacati hanno prevista una manifestazione di protesta e il prossimo 13 luglio il progetto sarà discusso dal consiglio dei ministri