ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Omicidio Al Mabhouh. Un diplomatico israeliano deve lasciare Dublino

Lettura in corso:

Omicidio Al Mabhouh. Un diplomatico israeliano deve lasciare Dublino

Dimensioni di testo Aa Aa

L’Irlanda esige l’allontanamento di un diplomatico israeliano. Il funzionario dell’ambasciata è coinvolto in un’inchiesta del ministero degli esteri di Dublino. L’indagine ha confermato che 8 dei presunti agenti israeliani sospettati di aver ucciso a Dubai un leader di Hamas erano in possesso di passaporti irlandesi falsificati. Secondo una nota del governo, l’uso illecito di documenti da parte di uno stato con il quale Dublino ha relazioni amichevoli, anche se a volte franche, è chiaramente inaccettabile.

I sospettati per l’omicidio sarebbero entrati a Dubai dichiarando false identità britanniche, australiane, irlandesi, francesi e tedesche e sono stati filmati dalle telecamere a circuito chiuso dell’albergo in cui, il 20 gennaio scorso, è stato ritrovato il corpo di Mahmud Al-Mabhouh, uno dei fondatori del braccio armato del palestinese Movimento di Resistenza Islamica.

Nel marzo scorso il Regno Unito aveva già espulso un diplomatico israeliano accusandolo di essere coinvolto nella vicenda. In quell’occasione Londra aveva parlato di responsabilità comprovata da parte di Israele. Ora anche la Germania si muove. Un giornale israeliano ha rivelato che Berlino ha chiesto l’estradizione di un presunto agente del Mossad fermato in Polonia e forse implicato nella falsificazione del passaporto tedesco usato per l’assassinio.

Mentre lnterpol ricerca i presunti membri del commando, Israele continua a negare ogni responsabilità.