ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Oggi il rapporto sul 'Blody Sunday'

Lettura in corso:

Oggi il rapporto sul 'Blody Sunday'

Dimensioni di testo Aa Aa

38 anni dopo e a 12 anni dall’avvio dell’inchiesta, oggi il Regno Unito attende il verdetto sul ‘Blody Sunday’. I fatti del 30 gennaio 1972, quando a Londonderry, in Irlanda del Nord, i parà britannici aprirono il fuoco su manifestanti cattolici uccidendo 14 civili, sono forse l’episodio che più ha marcato i 30 anni del conflitto tra protestanti unionisti e cattolici indipendentisti.

La commissione d’inchiesta fu istituita nel ’98 dall’allora Premier Tony Blair e affidata al giudice Mark Saville. Oltre 2.500 le testimonianze passate al vaglio, un rapporto di 5.000 pagine e un costo stimato di 230 milioni di euro.

Dal giudizio ci si attende che siano definite le responsabilità dei militari che in almeno 4 casi uccisero persone disarmate colpite alle spalle, come già indicava una prima inchiesta che tuttavia, nel ’72, non portò ad alcuna incriminazione.