ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Irlanda del Nord, un'altra verità sul "Bloody Sunday"

Lettura in corso:

Irlanda del Nord, un'altra verità sul "Bloody Sunday"

Dimensioni di testo Aa Aa

Le famiglie delle vittime del “Bloody Sunday” hanno visto riconosciute le loro ragioni. I manifestanti cattolici di Londonderry in quel giorno di 38 anni fa non avevano provocato l’esercito che invece sparò sulla folla uccidendo 14 persone. E’ il risultato dell’inchiesta Saville.

“La conclusione dell’inchiesta è assolutamente chiara – ha detto il premier britannico David Cameron alla Camera dei Comuni -. Non ci sono dubbi, equivoci, ambiguità. Quello che è accaduto nel Bloody Sunday è ingiustificato e ingiustificabile; era sbagliato. Il governo è responsabile della condotta delle proprie forze armate ed è per questo che, a nome del governo e dello Stato, chiedo scusa”.

Viene quindi ribaltata la verità ufficiale sui fatti di Londonderry come venne stabilita all’epoca, quando i soldati vennero assolti da qualsiasi responsabilità.