ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia e Svizzera fanno pace: Goeldi lascia Tripoli

Lettura in corso:

Libia e Svizzera fanno pace: Goeldi lascia Tripoli

Dimensioni di testo Aa Aa

L’imprenditore svizzero Max Goeldi ha lasciato la Libia dopo quasi 2 anni. Dovrebbe essere il punto finale della lunga diatriba tra Tripoli e Berna, cominciata con l’arresto a Ginevra di Hannibal, uno dei figli di Gheddafi, nel luglio 2008.

Goeldi si era trovato suo malgrado implicato nella guerra diplomatica tra i due Paesi. Ora Libia e Svizzera hanno firmato un documento di riconciliazione. Presenti Miguel Angel Moratinos, ministro degli Esteri spagnolo e l’omologa svizzera Micheline Calmy-Rey.

Anche il Presidente del Consiglio Silvio Berlsconi ha fatto tappa a Tripoli dopo una visita in Bulgaria. Il Premier libico Bagdadi Ali al Mahmoudi ha parlato del “ruolo determinante di Berlusconi per il successo della mediazione”.

Elementi chiave dell’accordo, un’indennizzo di circa 1 milione e mezzo di euro e le scuse ufficiali della Svizzera per la fuga di notizie che aveva permesso la pubblicazione delle foto segnaletiche di Hannibal Gheddafi.