ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kirghizistan, mobilitato l'esercito per scontri interetnici

Lettura in corso:

Kirghizistan, mobilitato l'esercito per scontri interetnici

Dimensioni di testo Aa Aa

Kirghizistan, le violenze interetniche si estendono anche alla capitale Bishkek. E il governo mobilita parzialmente l’esercito.

I soldati tireranno a vista contro chiunque impugni delle armi o non rispetti il coprifuoco intensificato. Licenza di uccidere, dunque, per proteggere i cittadini, il regime costituzionale e ristabilire l’ordine.

Epicentro delle violenze è Osh, seconda città del paese. In due giorni gli scontri tra kirghizi e minoranza uzbeka hanno fatto almeno 80 morti e un migliaio di feriti.

Decine di migliaia le persone in fuga dalla zona. Abbiamo perso il controllo nel sud, ammette Bishkek e chiede aiuto a Mosca, che per ora si limita a un’assistenza umanitaria.

Per la repubblica ex sovietica si tratta della più dura esplosione di violenza dalla rivolta dello scorso aprile durante la quale fu deposto e costretto alla fuga l’ex presidente Kurmanbek Bakyev.