ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Svizzera aspetta il ritorno dalla Libia di Max Goeldi

Lettura in corso:

La Svizzera aspetta il ritorno dalla Libia di Max Goeldi

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli svizzeri aspettano il ritorno a casa di Max Goeldi. L’uomo d’affari che era stato condannato in Libia a quattro mesi di reclusione per aver violato le norme sull’immigrazione, è stato rilasciato ieri con due giorni di anticipo. È ora in attesa del visto d’uscita. Berna rimane cauta sui tempi del suo ritorno.

“Siamo moderatamente ottimisti, perché in questo caso, come sapete, abbiamo avuto sempre picchi di stress, di ottimismo, di pessimismo, non bisognerebbe dire ancora una volta che tutto è risolto” ha detto il ministro degli Esteri elvetico Micheline Calmy-Rey.

L’uomo era stato arrestato insieme a un connazionale, successivamente liberato, nel pieno della crisi diplomatica tra la Libia e la Svizzera scatenata dall’arresto, nel 2008 a Ginevra, di uno dei figli del colonnello Gheddafi, Hannibal, accusato ai tempi di aver maltrattato due domestici. La condanna di Goeldi era stata vista da molti come una ritorsione di Tripoli sulla Svizzera, ma le autorità libiche hanno sempre negato nessi tra i vari casi.