ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paesi Bassi, liberali primi per 1 seggio

Lettura in corso:

Paesi Bassi, liberali primi per 1 seggio

Dimensioni di testo Aa Aa

Hanno dovuto aspettare fino a tarda notte i liberali di Mark Rutte per sapere di essere stato il partito più votato dei Paesi Bassi: avranno 31 seggi in parlamento. Un seggio in più dei laburisti di Job Cohen, fermi a 30.

Risultati che lasciano sorpresi in primo luogo proprio i liberali che alla vigilia erano dati per ampiamente favoriti e si trovano invece davanti a risultati serrati.

L’ex sindaco di Amsterdam Job Cohen è galvanizzato da un risultato che in ogni caso gli dà un grosso peso specifico. Ma benchè all’orizzonte ci sia la necessità di una grande coalizione, ci tiene a mantenere ben fermo un principio: nessuna alleanza con l’estrema destra xenofoba.

“Non credo che lavoreremo assieme a Gert Wilders. Era la mia posizione e non ha cambiato idea”.

E tuttavia il vero exploit di queste elezioni è proprio il sorprendente risultato del leader della destra xenofoba Geert Wilders. Il suo Partito della Libertà per il quale i sondaggi pronosticavano 18 seggi, ne otterrebbe ben 24, rispetto ai 9 che aveva avuto nelle scorse elezioni.