ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Gli olandesi al voto per le politiche

Lettura in corso:

Gli olandesi al voto per le politiche

Dimensioni di testo Aa Aa

Hanno già votato i 4 protagonisti delle elezioni politiche nei Paesi Bassi. Il liberale Marc Rutte spera di approfittare del clima propizio ai programmi di austerità economica per riportare il suo partito al potere dopo 100 anni di esclusione.

Non è detto comunque che siano definitivamente usciti dalla partita i laburisti dell’ex sindaco di Amsterdam Job Cohen. Nelle ultime settimane il PVDA ha riguadagnato posizioni e potrebbe rappresentare la sorpresa di questo voto. Anche perché i liberali, malgrado la popolarità del loro leader, è molto probabile che non raggiungano la maggioranza assoluta. Si vedranno dunque costretti a formare una coalizione e non è ancora chiaro a chi il VVD proporrà, in caso di vittoria, di formare un patto di governo. Il timore è che che ci sia la tentazione di coinvolgere l’estrema destra xenofoba di Gert Wilders e questa prospettiva potrebbe frenare una parte dell’elettorato liberale moderato che punterebbe più a una collaborazione con i cristiano democratici del premier uscente Jan Peter Balkenende.

Wilders ha imposto il tono della prima parte della campagna elettorale che è stata dominata da temi quali l’immigrazione e l’opportunità della partecipazione olandese alle missioni internazionali. Ma la paura dello straniero ha ultimamente lasciato il posto a un’altra paura: quella per il conto in banca. In definitiva l’estrema destra potrebbe alla fine non raccogliere tutti i frutti di quello che si preannunciava come un trionfo.

I seggi chiudono alle 21. Subito dopo i primi risultati, che Euronews seguirà in diretta.