ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Curarsi all'estero

Lettura in corso:

Curarsi all'estero

Dimensioni di testo Aa Aa

Poco importa le ragioni che vi conducono all’estero, sia di lavoro o di piacere, non dimenticate le carta sanitaria europea. Ma come fare per ottenerla?

La carta sanitaria europea serve soprattutto a semplificare le procedure sia da un punto di vista amministrativo che da quello sanitaria se subite un incidente o se vi ammalate durante il soggiorno all’estero.

La tessera é valida nei 27 paesi dell’Unione ma anche in Islanda, in Norvegia, in Liechtenstein e in Svizzera.

La carta é la prova che siete assicurati nel vostro paese d’origine. Una frattura, un mal di denti, un virus, ma anche malattie croniche come l’asma o il diabete sono coperti. Non dovete fare altro che utilizzare la vostra tessera e avrete cosi accesso agli stessi servizi per gli abitanti del paese in cui vi trovate.

Dato che i sistemi sanitari variano da un paese all’altro se dovete mettere mano al portafoglio la carta sanitaria é la garanzia per un rapido rimborso.

Sappiate pero che se decidete di recarvi all’estero per subire una terapia la carta sanitaria non vi copre automaticamente: dovete infatti essere autorizzati dall’organismo del vostro paese d’origine.
Inoltre la carta non comprende il rimborso per i servizi di sanità privata non compresi nel servizio sanitario nazionale.

Per ottenere la tessera, che é gratuita, basta richiederla al vostro ente sanitario. Non dimenticate inoltre che ogni membro della famiglia deve possederla.

In caso di perdita o di dimenticaza potere semrpe beneficiare di un certificato provvisario di sostituzione.

Infine sappiate che con un colpo di telefono al 112 gratuito sia da un telefono fisso che da un telefonino siete subito assistiti in caso di viaggio nell’Unione

Per saperne di piu’ un numero verde e un sito web sono a vostra disposizione.