ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Slovenia: referendum sul confine con la Croazia

Lettura in corso:

Slovenia: referendum sul confine con la Croazia

Dimensioni di testo Aa Aa

Domenica di voto in Slovenia. Circa un milione e settecentomila elettori sono chiamati alle urne per il referendum sull’accordo con la Croazia per stabilire i confini tra le due ex repubbliche Jugoslave. Al centro della disputa, che risale al 1991, la richiesta di Lubiana di avere un accesso diretto alle acque internazionali del Mar Adriatico attraverso il golfo di Pirano.

I parlamenti dei due Paesi hanno già approvato l’istituzione di un organismo, formato da cinque arbitri internazionali, che dovrà dirimere la questione tracciando la linea di confine, ma Lubiana ha deciso di sottoporre l’accordo con Zagabria a una consultazione popolare.

Il presidente Danilo Turk e il governo hanno invitato gli Sloveni a votare in favore del referendum. Contraria l’opposizione che accusa l’esecutivo di non essere stato in grado di imporsi a livello internazionale.

Se vinceranno i sì l’arbitrato potrà iniziare i propri lavori, in caso contrario il parlamento di Lubiana dovrà attendere 12 mesi prima di riconsiderare una simile soluzione, e per la Slovenia si aprirebbe un periodo di instabilità interna, ma anche di isolamento internazionale.

Risultato incerto, secondo i sondaggi.