ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

G20: i governi rimettano in ordine i conti pubblici

Lettura in corso:

G20: i governi rimettano in ordine i conti pubblici

Dimensioni di testo Aa Aa

Chiusa in Corea del Sud la due giorni dei ministri delle Finanze del G20 e dei presidenti delle Banche centrali. Nel documento finale del summit si auspica un deciso intervento dei governi perché rimettano al più presto in ordine le finanze pubbliche. Auspicabili dunque riforme strutturali che non vadano però a penalizzare la crescita.

La recente volatilità dei mercati finanziari, inoltre, serve a ricordare come restino ancora sfide importanti da affrontare.

Così Yoon Jeung-Hyun, ministro delle Finanze sudcoreano: “Quanto avvenuto in Europa del sud mette in luce l’importanza di una finanza pubblica sostenibile e la necessità, per i nostri Paesi, di attuare misure credibili che favoriscano la crescita e portino a una sostenibilità fiscale. I Paesi che devono affrontare queste sfide fiscali devono accelerare il passo verso il consolidamento”.

I Ministri dei 20 Paesi più industrializzati hanno bocciato la proposta di creare una tassa bancaria mondiale, denaro che sarebbe servito a creare un fondo d’emergenza per finanziare eventuali future operazioni di salvataggio nel settore bancario.

Venerdì intanto l’euro aveva fatto registrare il suo minimo storico, da quattro anni a questa parte, sul dollaro.