ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

A Roma un hotel di spazzatura

Lettura in corso:

A Roma un hotel di spazzatura

Dimensioni di testo Aa Aa

Un albergo di spazzatura. Rimarrà aperto a Roma, davanti a Castel Sant’Angelo, fino al 7 di giugno. L’hotel è stato realizzato con 12 tonnellate di rifiuti inorganici raccolti sulle spiagge di Francia, Belgio, Spagna e Italia.

All’inaugurazione del ‘Save The Beach Hotel’ la 42enne top model danese Helena Christensen, che ha trascorso una notte in una delle cinque camere nella struttura.

“Ho deciso di prendere parte a questo progetto – ha raccontato la Christensen – e di dormire nell’hotel fatto interamente di spazzatura perché esso è una sorta di spaventosa testimonianza di quanta spazzatura viene raccolta sulle spiagge. Con questa ci puoi construire un intero albergo con delle stanze”.

Il prototipo è stato realizzato dall’artista tedesco Ha Schult, noto per i suoi Trash People un esercito di rottami formato da figure umane, alte 1,80 metri, create con rifiuti.

“Produciamo spazzatura e saremo spazzatura. Questo albergo e questi uomini fatti di immondizia – dice Schult – sono il nostro prossimo passo se non ci impegnamo a fare meglio”.

Un turismo più sostenibile dunque e, per il momento, anche qualche spiaggia europea più pulita.