ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il secolo di Louise Bourgeois. Venezia ricorda la scultrice

Lettura in corso:

Il secolo di Louise Bourgeois. Venezia ricorda la scultrice

Dimensioni di testo Aa Aa

“Una grande artista, che non ha mai smesso di rinnovarsi”. All’indomani della sua morte, a celebrare il genio della scultrice franco-americana Louise Bourgeois è addirittura il presidente Sarkozy.

Riconoscimenti ad alto livello, ma che arrivano tardivi come quelli al resto della sua opera. Quasi un secolo d’arte, noto soprattutto per le mastodontiche installazioni filiformi a cui aveva affidato la ricerca sulla maternità.

Tematica, che insieme a quelle della solitudine e della famiglia, ha dominato soprattutto le ultime fasi del suo percorso artistico. Un viaggio iniziato a Parigi 98 anni fa e terminato ieri al Beth Israel Center di Manhattan.

In mezzo una feconda produzione negli Stati Uniti e, nel 1993, il determinante trampolino della Biennale di Venezia. Consacrazione di una città che da venerdì tornerà ad ospitarne le opere, per il primo affettuoso saluto da parte della cultura mondiale.