ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Germania. Koehler si dimette, il rammarico di Merkel

Lettura in corso:

Germania. Koehler si dimette, il rammarico di Merkel

Dimensioni di testo Aa Aa

L’addio di Horst Koehler coglie di sorpresa il mondo politico tedesco. Il capo dello Stato si è dimesso dopo una dichiarazione controversa che ha toccato una corda sensibile per l’opinione pubblica pacifista.

“Un impegno militare può essere necessario per proteggere gli interessi economici del Paese all’estero”, aveva detto. Parole criticate sia dall’opposizione sia da esponenti del governo Merkel. Koehler ha detto di essere stato frainteso e di non essersi riferito all’Afghanistan.

“Naturalmente sono rimasta sorpresa”, ha detto il cancelliere tedesco, “e ho provato a fargli cambiare idea al telefono. Purtroppo non ha funzionato. Perciò sono profondamente rammaricata per le sue dimissioni”.

Dimissioni di Koehler che arrivano in un periodo delicato per Merkel, in calo nei sondaggi e in conflitto con gli alleati, i liberaldemocratici, sul fisco.

Una sfida personale per il cancelliere che potrebbe non riuscire a imporre il suo candidato alla successione di Koehler se l’opposizione di sinistra lanciasse una sua figura forte.

“Ci ha colto tutti di sorpresa con le sue dimissioni”, ha detto il capo gruppo dell’SPD in parlamento Frank-Walter Steinmeier, “e senza dubbio è avvenuto in un momento non facile, un periodo di crisi; con queste dimissioni ci troviamo in una situazione ancora più difficile”.

Candidato della Cdu-Csu, Koehler, ex direttore generale del Fondo monetario internazionale, era stato rieletto con la maggioranza assoluta per un secondo mandato l’anno scorso.