ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Golfo del messico, Top Kill non funziona

Lettura in corso:

Golfo del messico, Top Kill non funziona

Dimensioni di testo Aa Aa

Marea nera, Top Kill non funziona. L’ultima manovra per fermare l’emorragia di greggio nel golfo del Messico è stata abbandonata.

Un altro fiasco, dopo la cupola e il siringone, come ammette il capo delle operazioni di Bp, Doug Suttles: “Negli ultimi tre giorni abbiamo pompato 30 mila barili di fango, effettuato diversi tentativi per bloccare la perdita e monitorato la situazione ogni volta, utilizzando anche una mistura di detriti per deviare il flusso nel pozzo. Ma non siamo riusciti a fermare la perdita”.

Si passa ora al piano “d”: tagliare il tubo danneggiato e tapparlo definitivamente con un cappuccio, un’alternativa che richiede almeno altri quattro giorni di lavoro.

Il sistema non è esente da rischi, avverte un Barack Obama infuriato per l’ennesimo fallimento. Solo l’altro ieri il presidente toccava con mano il disastro sulle spiagge della Louisiana.

Oggi vuole un sistema che funzioni e valuta azioni legali contro Bp. Intanto nel paese dilagano le proteste e l’emorragia di greggio avanza al ritmo di due, tre milioni di litri al giorno, inquinando ancor più gravemente le acque del Golfo.