ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Luisiana: l'industria della pesca al collasso

Lettura in corso:

Luisiana: l'industria della pesca al collasso

Dimensioni di testo Aa Aa

Per quanto attesa, la seconda visita di Obama in Luisiana non cambia la situazione.

Qui nella località di Gran Isle, l’industria del petrolio e della pesca vanno a braccetto da anni, il collasso dell’una ha significato l afine dell’altra.

La speranza che il tappo di cemento regga è forte.

Danny Wray, pescatore:

“La storia qui è che tutti hanno perso il proprio lavoro.
Non so, sembra essere l’ultimo pensiero quando si parla delle cose da fare. Abbiamo bloccato la falla, ma critico l’approccio di Bp per quanto riguarda l’indennizzo a chi ha perso il lavoro e deve pagare le bollette. Tutto ciò è causa di stress”.

Jeff Brumfield:

“Non ho più lavoro, voglio dire, date un’occhiata alla marina. In questo periodo dell’anno normalmente il porto è pieno di imbarcazioni da pesca. Non oggi. Non possono pescare. Ci hanno tagliato le gambe, per cui andiamo pure aberci un caffé”.

La settimana scorsa le autorità locali hanno esteso il divieto di pesca, l’attività è possibile solo nel 19% dello spazio marittimo americano del Golfo del Messico.

Le imbarcazioni prendono il largo solo per aiutare i tecnici di BP nelle operazioni di recupero del greggio .