ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'amico delle balene rischia 15 anni a Tokyo

Lettura in corso:

L'amico delle balene rischia 15 anni a Tokyo

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è aperto a Tokyo il processo contro l’ambientalista neozelandese, cacciatore di baleniere, Peter Bethune. Fuori dal tribunale una ventina di nazionalisti hanno inscenato un sit in contro la sua associazione, Sea Shepherd.

Bethune è stato arrestato in marzo dopo aver assaltato nell’Artico la nave scorta di una baleniera. E’ accusato di imbarco illegale, ostruzione di attività commerciale, danneggiamento, violazione della legge sulle armi e assalto. Rischia 15 anni. L’ambientalista si dichiara colpevole tranne che per l’imputazione di assalto. Nega cioè di aver lanciato del burro marcio sul viso di un marinaio.

Bethune era salito sulla nave con l’intenzione di arrestarne il capitano, responsabile, secondo l’amico delle balene, di aver affondato il suo battello. La pesca ai cetacei è vietata tranne per ragioni cosiddette “di ricerca”. Un’eccezione ampiamente sfruttata dai giapponesi. La loro quota è di 900 balene che quest’anno si è dimezzata proprio grazie alle azioni di Sea Shepherd.