ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Svizzera: 4000 persone in marcia contro il nucleare

Lettura in corso:

Svizzera: 4000 persone in marcia contro il nucleare

Dimensioni di testo Aa Aa

Almeno quattromila persone hanno manifestato contro il nucleare, nei pressi della centrale di Gösgen, nel nord della Svizzera. Provenienti anche da oltre confine, hanno marciato lungo dieci chilometri tra la capitale del cantone Aarau e Olten. Presenti anche membri del partito social-democratico e dei verdi.

“Io sono uno dei bambini di Chernobyl e noi ci impegneremo perché non possa riaccadere”. “Le nuove centrali: tecnologia vecchia. In Svizzera non ne abbiamo bisogno e non ne avremo neanche in futuro”. Sono alcune delle dichiarazioni raccolte fra i manifestanti, che vedono in questa marcia il primo passo di un movimento anti-nucleare, che sensibilizzi il paese sul tema delle energie rinnovabili, in vista del referendum del 2013.

“È un punto di partenza della campagna che ci porterà al 2013, quando voteremo a favore o contro la costruzione di nuove centrali atomiche”, ha dichiarato un ragazzo durante il corteo.

La costituzione del movimento anti-nucleare in Svizzera risale agli anni Settanta. Molti dei giovani di allora hanno manifestato anche oggi contro le centrali frutto della “tecnologia-dinosauro”, così l’hanno definita, al fianco di altrettanti numerosi ragazzi sensibili al tema.