ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Etiopia: concluse le operazioni di voto, attesa per i risultati

Lettura in corso:

Etiopia: concluse le operazioni di voto, attesa per i risultati

Dimensioni di testo Aa Aa

Proteste, ma poca violenza nella giornata elettorale in Etiopia: una campagna elettorale che ha visto un’opposizione sottotono ha forse inciso sullo svolgimento del voto, decisamente più tranquillo rispetto a cinque anni fa. A parte alcuni episodi nelle province di Oromya e Tigrai, e le consuete accuse di brogli, il voto si è svolto nella calma, soprattutto nella capitale.
32 milioni di persone erano chiamate alle urne per rinnovare il Parlamento e centinaia di amministrazioni locali: 63 i partiti rappresentati, con quasi 7.000 candidati, in totale.

“Va molto bene, le elezioni sembrano corrette, senza violenza. Pacifiche. La gente va a votare liberamente, ed è un voto ben organizzato. Siamo liberi”, sottolineava nel pomeriggio questo residente di Addis Abeba.

È comunque un voto delicato, anche perché l’Etiopia ha un ruolo strategico nella regione, in particolare come tutore di fatto della vicina e caotica Somalia.

La stabilità sembra però garantita: tutti i sondaggi della vigilia davano largamente in vantaggio il premier uscente, Meles Zenawi, e il suo partito: il Fronte Democratico Rivoluzionario del Popolo d’Etiopia.