ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marea nera: Obama istituisce una Commissione

Lettura in corso:

Marea nera: Obama istituisce una Commissione

Dimensioni di testo Aa Aa

La fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico è inarrestabile. La marea nera che sta devastando le coste della Louisiana, della Florida e il delta del Mississippi potrebbe addirittura arrivare in Europa e ogni intervento di BP per ostruire il pozzo finora si è rivelato fallimentare.

Intanto il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha istituito una commissione che indagherà sul disastro ambientale. A presiederla saranno un ex Governatore della Florida e l’ex numero uno dell’Environmental Protection Agency (il ministero dell’Ambiente statunitense).

“Continueremo – ha dichiarato Obama – a ritenere responsabili le aziende coinvolte che, non solo dovranno essere trasparenti sui fatti che riguardano la falla, ma dovranno anche chiuderla, riparando il danno e risarcendo gli americani che hanno subito perdite finanziarie. Ma anche se continuiamo a ritenere BP responsabile, dobbiamo rendere responsabile anche Washington. Questa catastrofe è senza precedenti e presenta una miriade di nuove sfide che stiamo provando ad affrontare. Ma la questione è: quale lezione possiamo imparare da questo disastro per fare in modo che non accada più”.

Mentre l’esercito continua a costruire barriere per cercare di limitare i danni, Bp ha annunciato che la prossima settimana proverà a iniettare cemento ad alta pressione nel pozzo petrolifero. Nella speranza che questo tentativo finalmente funzioni.