ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Fuorilegge", il passato coloniale divide ancora

Lettura in corso:

"Fuorilegge", il passato coloniale divide ancora

Dimensioni di testo Aa Aa

A passo di danza in una Cannes blindata dalla polizia. Si era temuto per il regolare svolgimento del defilé dei protagonisti di “Fuorilegge”, il film in concorso al Festival che ha messo il dito nella piaga del passato coloniale francese in Algeria. Accusata di negazionismo rispetto ai crimini commessi dagli algerini durante la guerra di indipendenza, la pellicola racconta il massacro di cui furono vittima l’ 8 maggio 1945. In piazza alcuni sindaci del centrodestra rivendicano il rispetto della memoria dei caduti francesi, con loro gli ex combattenti, come questo dimostrante:

“È una vergogna per il paese e per gli ex- combattenti. Se vogliono un film del genere che lo facciane da loro ma non in Francia”.

I manifestanti hanno disertato la proiezione, per il regista rielaborare collettivamente quel capitolo è una necessità:

“Io faccio cinema. Ora anche gli storici, il pubblico, tutti coloro che vogliono risolvere questo problema, compresi i politici lo facciano per voltare pagina definitivamente e con serenità”.¨

“Fuorilegge” è una produzione franco – belga- algerina, Finanziata al 25 percento dalle autorità di Algeri.