ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Senato: Sì alla riforma di Wall Street

Lettura in corso:

Senato: Sì alla riforma di Wall Street

Dimensioni di testo Aa Aa

Via libera del Senato statunitense alla riforma di Wall Street. Un decisivo passo avanti per il pacchetto di regole che interviene sul sistema finanziario come non avveniva dal 1930. Approvato per 59 voti a 39 il progetto tornerà all’esame della Camera dei Rappresentanti prima dell’atto finale, la firma del presidente, che a pochi minuti dall’atteso voto ha dichiarato:

“Grazie a questa riforma al popolo americano non verrà più chiesto di pagare il conto per gli errori di Wall Street ha detto Obama i contribuenti non dovranno più rimediare ad alcun salvataggio. Se una grande istituto finanziario dovesse fallire potremo intervenire senza ricadute sull’economia”.

Un voto che ha spaventato Wall Street in calo ieri, inquieta anche per il timore che l’attuale crisi del debito in Europa si espanda agli Stati Uniti, ora che gli Usa si stanno risollevando dal terremoto generato nell’autunno del 2008.

Protezione dei consumatori, divieto per le banche di emettere i temuti “Swap” i prodotti derivati sono alcune delle novità introdotte dalla riforma che i detrattori definiscono “draconiana” stigmatizzando l’introduzione di troppe regole, viste come un freno per l’economia.