ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La marea nera minaccia Cuba

Lettura in corso:

La marea nera minaccia Cuba

Dimensioni di testo Aa Aa

Si espande e viene sospinta dalle correnti. La marea nera del Golfo del Messico diventa più minacciosa ogni ora che passa e si dirige verso l’Atlantico. Intanto sono state raggiunte le coste della Louisiana. La National Oceanic and Atmospheric Administration ha confermato che porzioni della marea di petrolio sono entrate nella cosiddetta corrente Loop che potrebbe spingerle oltre il Golfo.

La situazione diventa sempre più complessa dal momento che la macchia di greggio si sta frammentando, come spiega un responsabile della Guardia Costiera degli Stati Uniti:

“Abbiamo visto delle chiazze di catrame in Texas. Stiamo combattento contro una minaccia che si espande in ogni direzione e che stentiamo a controllare”.

Le notizie su come la situazione si stia evolvendo sono tuttavia contraddittorie: sempre secondo fonti della Guardia Costiera, le tracce di greggio rinvenute sulle coste della Florida non proverrebbero dal Golfo del Messico.

Sulla traiettoria della marea nera che sgorga dal pozzo della British Petroleum c‘è ora l’isola di Cuba. Una situazione di emergenza che costringe al dialogo tra L’Havana e Washington. Responsabili cubani e statunitensi sono infatti in contatto costante per monitorare la situazione.