ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kaczynski: c'erano estranei nella cabina di pilotaggio

Lettura in corso:

Kaczynski: c'erano estranei nella cabina di pilotaggio

Dimensioni di testo Aa Aa

C’erano altre persone, oltre ai piloti, nel cockpit dell’aereo presidenziale polacco precipitato a Smolensk, in Russia, il 10 aprile scorso. Lo ha accertato la commissione incaricata di indagare sulle cause della catastrofe, costata la vita al presidente Lech Kaczynski e a vari esponenti dell’elite politico-militare polacca.

Tatiana Anodina, responsabile della commissione di inchiesta:
“E’ stato appurato che nel cockpit erano presenti persone estranee ai membri dell’equipaggio. La voce di una di queste persone è stata identificata. L’altra, o le altre, devono ancora essere riconosciute dagli inquirenti polacchi”.

Gli inquirenti hanno escluso che a causare la tragedia sia stato un attentato o un guasto all’apparecchio. La commissione ha stabilito che l’equipaggio dell’aereo era stato ripetutamente avvertito che la nebbia non consentiva un atterraggio in sicurezza.