ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cannes, lacrime per l'Iran

Lettura in corso:

Cannes, lacrime per l'Iran

Dimensioni di testo Aa Aa

Le lacrime di Juliette per l’Iran. A Cannes arriva la notizia: il regista iraniano Jafar Panahi, che avrebbe dovuto far parte del jury del Festival, ha cominciato uno sciopero della fame nel carcere di Teheran in cui è rinchiuso. L’attrice Juliette Binoche presentava ‘Copia conforme’ assieme ad Abbas Kiarostami, regista e connazionale di Panahi.

“Lancio un appello per ricordare alla gente che c‘è un problema enorme, un vuoto enorme. Spero che la decisione di Jafar sortisca l’effetto desiderato. In Iran nulla è prevedibile. Possiamo solo sperare” ha detto Kiarostami.

La storia, che si svolge in Toscana, racconta l’ambigua relazione tra uno scrittore inglese e una gallerista francese.