ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Marea nera: commissione presidenziale indagherà sull'incidente


USA

Marea nera: commissione presidenziale indagherà sull'incidente

Una commissione d’inchiesta presidenziale indagherà sull’incidente che ha causato la marea nera. Lo ha riferito Washington. ll responsabile dell’agenzia governativa messa sotto accusa per la gestione del programma di trivellazioni petrolifere offshore ha annunciato che si dimetterà a fine mese. L’impatto della marea, secondo alcuni scienziati, è più grave del previsto.

“Abbiamo trovato il petrolio molto molto più in profondità nella colonna d’acqua” spiega infatti Vernon Asper, della University of Southern Mississippi. “Abbiamo trovato strati, o penso che si possano chiamare nuvole di greggio, che sono a oltre duemila piedi di profondità e alcune ancora più in basso”.

British Petroleum, dal canto suo, invita alla cautela. “Se qualcuno ha dati sui pennacchi di greggio per quanto riguarda estensione, densità o qualsiasi altra cosa – ha detto il presidente di BP America Lamar McKay – vogliamo quei dati. Ma adesso, penso che dovremmo essere cauti nel definire che cosa i pennacchi sono e come si stanno comportando”.

BP, grazie a un tubo siringa inserito nel pozzo all’origine della perdita di petrolio nel Golfo del Messico, sta recuperando una parte del greggio che continua a fuoriuscire dal 20 aprile. Preoccupa, in particolare, una delle correnti principali del Golfo che presto potrebbe agganciare la macchia nera, portandola verso l’Atlantico.

Prossimo Articolo

mondo

Maltempo in Europa dell'est, sei vittime e migliaia di persone evacuate