ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: liberato il killer di Bakthiar

Lettura in corso:

Francia: liberato il killer di Bakthiar

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è odore di scambio o di legame con la vicenda Reiss, ma le autorità francesi negano. Dopo essere uscito di prigione in libertà condizionata l’iraniano Ali Vakili Rad, condannato in Francia per l’assassinio dell’ex premier iraniano Chapour Bakthiar, è ripartito per il suo paese grazie a un provvedimento di espulsione. 
 
L’omicidio era avvenuto nel 1991 a Suresne, vicino a Parigi. Bakhtiar era un oppositore iraniano di tendenze filo-occidentali. Aveva accettato di guidare l’ultimo governo creato dallo Shah nel tentativo di contrastare il fondamentalismo politico sciita. L’avvocato dell’ex detenuto smentisce ogni collegamento con il caso Reiss:
 
“Questa domanda di libertà condizionata era stata formulata a metà agosto – dice il difensore Sorin Margulis – E ricordo che la Corte d’appello si è espressa sull’applicazione delle pene il 2 luglio, cioè prima dell’arresto della signorina Reiss”.
 
La ricercatrice universitaria Clotilde Reiss è tornata a Parigi due giorni fa. Detenuta per 10 mesi in Iran, era stata arrestata per aver partecipato a una manifestazione antiregime e poi processata per spionaggio.
 
Sul suo caso oggi è scoppiata una nuova polemica. Un funzionario dei servizi segreti francesi ha detto alla stampa che la ricercatrice era effettivamente in contatto con i servizi, pur non essendo un’agente. Il governo ha smentito anche questo.