ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vulcano islandese. Riaperti i principali aeroporti britannici

Lettura in corso:

Vulcano islandese. Riaperti i principali aeroporti britannici

Dimensioni di testo Aa Aa

Si torna a volare nei principali aeroporti britannici chiusi a causa della nube di cenere del vulcano islandese. Heathrow e Gatwick hanno riaperto, dopo che è stato osservato un cambiamento nella direzione della nuvola di polveri.

Restano ancora no-fly zone, lo spazio aereo a nord della Scozia e sull’Irlanda del nord. Si teme un’estate non facile, dice un esperto: “Le ceneri continueranno a muoversi durante l’estate e i vulcanologi ci dicono che questo non è l’unico vulcano a poter eruttare, in Islanda. Senza dubbio credo che ognuno si prepari al fatto che ci potrebbe essere un’estate di disagi”.

Ripresi i voli da e per Dublino: la nube di ceneri si sposta verso est e le autorità irlandesi non si aspettano nuove restrizioni al traffico per almeno 48 ore.

Dopo una chiusura di sette ore ha riaperto anche lo spazio aereo olandese e quindi gli aeroporti di Rotterdam e di Amsterdam, il quinto in Europa per numero di passeggeri. Ad aprile erano stati annullati oltre 100mila voli e otto milioni di persone erano rimaste a terra.